Immagine

Time-lapse

Trachiphyllie, acantastree, spirografi, zoanthus e molti altri animali sono i protagonisti dello spettacolare video che state per vedere. Solo un granello di sabbia nell’immenso universo di piccole specie che insieme compongono alcuni dei maggiori e più importanti ecosistemi del Pianeta, tra cui la Grande Barriera Corallina Australiana, Patrimonio dell’Umanità, visibile anche dallo spazio.

Quando e se vi capiterà la fortuna di ospitare questi capolavori della natura ricordatevi che prima di essere gingilli colorati sono animali, che vivono, crescono, si riproducono e purtroppo, come tutti noi, muoiono.

Abbiatene cura.

Abbiate cura del frammento di Pianeta che avete deciso di imbrigliare in 5 vetri.

Slow Life from Daniel Stoupin on Vimeo.

Immagine

L’aberrazione d’oro: lo xantismo

Le aberrazioni genetiche non sono sempre come il pesce triocchiuto dei Simpson e soprattutto, a volte sono frutto di Madre Natura, come questo Balistapus undulatus, pescato di recente nei pressi delle Solomon Islands.

Si tratta di una forma xantica: in questi soggetti, parti del corpo che di solito sono di vari colori, sono gialle.

 Il Balistapus undulatus normalmente si presenta così.

Tempo fa, in Florida, l’equipe della Segrest Farm ha pescato uno Zanclus cornutus  (idolo moresco) xantico.

Qualcuno aveva anche azzardato l’ipotesi di un presunto incrocio tra uno Zanclus e un Chelmon rostratus, – cosa impossibile, penso, visto che le due specie non appartengono nemmeno allo stesso genere – ma si tratta quasi sicuramente di una forma xantica dell’idolo moresco, diventato famoso anche lui grazie al personaggio di Branchia nel film  Alla ricerca di Nemo.  

Ma esempi di xantismo si trovano anche in acqua dolce, come questo luccio alligatore (di cui però non conosco la specie esatta).

O questo Phractocephalus hemioliopterus, di cui riconosciamo la sbiadita “red tail”.

NB: lo xantismo non tocca solo il mondo acquatico.

Immagine

L’Epalzeorhynchos bicolor non si è ancora estinto!

Come diceva Battisti, “Ehi tu, ma non dovevamo vederci più?” e invece NO!

Due popolazioni separarte di Epalzeorhynchos bicolor, noto anche come Labeo bicolor, considerato da anni e anni estinto in natura, sono state trovate durante gli ultimi 3 anni, perciò si ipotizza che potrebbero essercene altre.

Era stato dichiarato estinto dai propri habitat di origine (i fiumi tailandesi Mae Klong, il  Chao Phraya e il Bangpakong) nel 1996.

Senza volerlo, l’acquariofilia ha comunque tenuto viva la specie, che non è mai mancata sul mercato.

Nel frattempo, la lista rossa della IUCN lo annovera tra le specie in pericolo critico (CR: critically endangered).

Per saperne di più ecco i link di alcune tra le maggiori riveste on-line che ne parlano:

Red tailed black sharks rediscovered in the wild? 
da Practical Fishkeeping

Back from the dead, but still on the brink?
da Seriously Fish

Nearly-Extinct Red Tailed Shark Isn’t Gone Yet

da Reef to Rain Forest Media – Amazonas Magazine

Pagina della IUCN dedicata a Epalzeorhynchos bicolor

Galleria

Diamo una mano al Freshwater Bioblitz?

Testo originale Can you help the Freshwater Bioblitz?  di Matt Ford Tratto dal sito www.seriouslyfish.com Traduzione di Linda Rossini Il Global Freshwater Fish BioBlitz ha dato il via al World Wetlands Day per coinvolgere gli appassionati di acqua dolce nella conservazione delle specie ittiche. … Continua a leggere

Galleria

“Jaws ice-tray”, le formine per ghiaccio che ogni acquariofilo vorrebbe avere

Questa galleria contiene 1 immagini.

Ma… ma… ma io queste coso lo voglio!   Però ho come la sensazione che sia la tipica cosa che brami, desideri, ti immagini già l’effetto che farà nei bicchieri degli ospiti, poi ti delude inesorabilmente: della serie che appena … Continua a leggere

Galleria

Per amor della torba…

Testo originale For Peat’s sake… Secondo Matt Ford è arrivato il momento di non usare più nelle nostre vasche questa preziosa risorsa non rinnovabile di Matt Ford Tratto dal sito www.seriouslyfish.com Traduzione di Linda Rossini Molte specie ittiche disponibili sul mercato acquariofilo … Continua a leggere

Galleria

Planarie e ruoli familiari…

Ehhh non potevo proprio resistere. Questa curiosità è veramente buffa, non potevo esimermi dal diffonderla e, quasi quasi, ho quasi voglia di riaprire la rubrica che avevo nel vecchio blog, anche per spezzare un po’ l’aria di serietà che mi … Continua a leggere